blogo, informazione indipendente
Logo Blogosfere

Men in Black 3: trailer, trama e recensione del disastro con Will Smith

Giovedì 17 Maggio 2012, 17:44 in orrende (prime) visioni di

Recensione in anteprima dell'ultimo capitolo della saga degli Uomini in nero che difendono la Terra dalle invasioni aliene. Un'anticipazione: "ultimo" è un augurio, non una constatazione

men in black 3.jpg

Si rimprovera spesso al cinema americano di consumo di essere provo d'anima, di coraggio, di entusiasmo, di codardia nel suo rifugiarsi costantemente in strutture collaudate e ormai blindate. 

Bisogna però riconoscere che questa specie di aurea mediocratis ha portato al perfezionamento di pratiche cinematografiche e alla creazione di un immaginario di luoghi cinematografici che non ha paragoni: la classica sequenza del riscatto dell'eroe, il momento in cui compare per la prima volta il cattivo di turno, la quadratura del cerchio di una sceneggiatura di ferro sono momenti che conosciamo benissimo, quasi a memoria, ma nonostante ciò continuiamo a subire (e ne godiamo) nonostante tutto.

Ecco, Men in Black 3 è l'esempio di come anche uno script banalissimo, persino all'interno di un franchise codificato e apprezzato da una vasta schiera di appassionati, può fallire miseramente se lasciato nelle mani di un incapace. In questo caso si tratta di Ethan Cohen (per una "h" quasi parente dei fratelli Coen) e la sua idea geniale è stata quella del viaggio del tempo, una novità di questi ultimi giorni.

Rileggiamo la sinossi:

In Men in Black™ 3, gli Agenti J (Will Smith) e K (Tommy Lee Jones) sono tornati indietro...nel tempo. J ha visto cose inimmaginabili nei 15 anni trascorsi nei Men in Black, ma non c'è niente, neanche gli alieni, che renda J così perplesso come il suo sarcastico e reticente collega. Quando la vita di K ed il futuro del pianeta sono in pericolo, l'agente J dovrà viaggiare nel tempo per rimettere le cose a posto. J scopre che ci sono segreti relativi all'universo che K non gli aveva mai rivelato - segreti che scoprirà collaborando con il giovane Agente K (Josh Brolin) per salvare il suo collega, l'agenzia ed il futuro dell'umanità.

Come si può intendere, il compito di Barry Sonnenfeld, regista dell'intera trilogia, era tutto sommato semplice: battere duro sulla caratterizzazione dei due personaggi principali, sublimarla nel raffronto col giovane K, inserire qualche momento divertente legato al classico meccanismo del riconoscimento della Storia che si viene a creare dinanzi allo spettatore e chiudere con sequenze d'azione decenti.

Si può dire che sia fallita ogni cosa: i due personaggi sembrano congelati, statici, privi di qualsiasi carisma o interesse; per un Tommy Lee Jones che interpreta il se stesso stereotipico (e gli fa eco un grande Josh Brolin che riesce a riprendere i suoi tic e le sue movenze con naturalezza) c'è un Will Smith che eccede nelle faccette e nelle smorfie, novello Jack Sparrow in completo scuro. Lasciamo perdere le donne, ci sarebbe da denunciare Emma Thompson e Alice Eve, un'autentica cagnaccia.

Versante comicità: mai provata tanta irritazione nel vedere irriso il passato, che si tratti di Andy Warhol, i pregiudizi contro i neri o la società americana degli anni 60 Battute ignobili, infantili e indecentemente telefonate.

Spettacolarità: praticamente nulla e vista la produzione Amblin, che dovrebbe garantire dei buoni effetti speciali, si resta sconcertati di fronte alla legnosità dei movimenti delle creature animate al computer, così come davanti all'aspetto dell'antagonista, Boris l'animale, uno dei villain più loffi della storia del cinema.

Loffo quanto il film, ma sopratutto come il finale, strappalacrime nelle intenzioni, in realtà foriero di disappunto per la pochezza dell'invenzione e per le conseguenze che dovrebbe avere nel rapporto tra i due protagonista, vero nucleo del film.

Segui Horror.blogosfere anche su Facebook!

LINK UTILI 

Total Recall remake, trailer: Colin Farrell nel ruolo di Arnold Schwarzenegger  

L'arrivo di Wang: trailer e trama del film di fantascienza dei Manetti Bros.  

Prometheus: full trailer del film di Ridley Scott con Charlize Theron e Michael Fassbender 

Men in Black 3: trailer italiano in anteprima  

InHumane Resources: il corto horror di Michele Pastrello, una visione dal futuro prossimo

0

Attendere la pubblicazione del commento

Seguici

Iscriviti ai nostri feed rss. Leggi in tempo reale tutti i post pubblicati dal blogger!

Post in evidenza su Blogosfere