blogo, informazione indipendente
Logo Blogosfere

Federico Zampaglione: Tulpa il suo prossimo film dopo Shadow

Venerdì 24 Febbraio 2012, 13:31 in nequiziario horror di

Zampaglione ritorna al cinema con un altro progetto orrorifico, sulla scia dei vecchi gialli argentiani. Riuscirà nell'impresa di eguagliare gli archetipi?

Federico Zampaglione tulpa.JPG

Il cinema horror italiano, la sua rinascita, il suo passato, i suoi interpreti più celebri. Sono tutti argomenti che non toccherai neanche con un palo lungo 2 metri, dato quanto sono feroci e incarogniti gli appassionati i difensori dello spaghetti horror.

Eppure mi tocca dire qualcosa di Federico Zampaglione e del suo prossimo progetto cinematografico, dal misterioso nome Tulpa. 

Ricorderete che il film precedente del cantante dei Tiromancino e regista (si veda Nero Bifamiliare) aveva diviso il pubblico in almeno 3 fazioni: c'era chi aveva osannato Shadow, vedendo riflessi nella pellicola i fasti di Argento, Bava, Fulci e compagnia bella;chi lo ha considerato un onesto prodotto con i suoi limiti; e chi (come me) aveva sacramentato per la perdita di 8 sudati euro spesi per un film pessimo, supponente e iper-pompato da aspettatevi evidentemente troppo elevate.

Ora, capirete come mai mi accosti al nuovo film di Zampaglione con una certa diffidenza.

In primis, la trama: Lisa Boeri, ricca donna in carriera, realizzata quanto annoiata, priva di qualsivoglia legame affettivo, scarica la tensione frequentando un Club molto particolare, il Tulpa, per l'appunto. In questo luogo, gestito da un losco figuro poco raccomandabile, una sorta di guru tibetano, vengono concretizzate tutte le fantasie erotiche dei facoltosi clienti, ovviamente dalle più blande alle perversioni più estreme e pericolose.

Succede quindi - colpo di scena già visto milioni di volte - che gli uomini incontrati da Lisa vengano uccisi in maniera orribile. Per non compromettere la propria posizione la donna decide di indagare in maniera autonoma, scoprendo il solito tremendo segreto e avvicinandosi alle soglie della follia.

Non bastasse questo intreccio poco originale (però, diciamolo, è la messa in scena che conta in questi casi), ecco arrivare il cast del film, e qui si rabbrividisce sul serio: Clauda Gerini nel ruolo della protagonista (e il no comment ha molteplici significati), Michele Placido il suo capo, Gianmarco Tognazzi un collega. Accanto a questo trio micidiale troviamo anche il buon Nuot Arquint, già mostruoso villain di Shadow, che interpreterà il gestore del Tulpa.

Piccolo cerotto balsamico invece rappresentato dalle musiche, nuovamente realizzate dagli Alvarius, una delle poche cose che funzionavano nel film precedente.

Le riprese del film dovrebbero iniziare il 5 marzo e proseguire per 5 settimane. Restate in attesa di nuovi dettagli!

Segui Horror.blogosfere anche su Facebook!

LINK UTILI

Shadow di Federico Zampaglione finalmente nelle sale 

Debutta al cinema "Shadow", il film horror di Federico Zampaglione

Dario Argento - La quarta dimensione: serie tv Rai in arrivo? 

15
15 commenti
15
03 Apr 2012
alle 15:37

rita nunzi

Mi viene da ridere a leggere cose del tipo " un film  deve insegnare qualcosa ", ma dove sono gli horror che necessariamente insegnano ? ad uccidere sadicamente ? o a farsi fare a pezzetti ? Ragazzi qui si sta scadendo nel ridicolo e si parla di Zampaglione a livello personale e addirittura economico...ma siamo impazziti ? Zampa e' un grande e sono anni che si esprime con successo in ogni cosa che fa... le sue canzoni , piacciano o no, hanno venduto milioni di copie ed emozionato molta gente, ora con i film e' diventato ( che che se ne dica su questo blog ) il nome di punta dell' horror italiano. Percio' rimboccatevi le maniche ed invece di piangervi addosso e darvi da soli dei perdenti sfigati senza alcun mezzo ne' possibilita', datevi da fare come fa lui... sono solo i fattti che contano nella vita, con le chiacchiere  non si e' mai costruito un bel niente. Ricordatevelo e tiratevi su, che cosi' mazziati non fate pieta' a nessuno. Ciao. Rita

14
26 Mar 2012
alle 19:57

Simotribe

Penso che Zampaglione ha fatto centro con questo film Tulpa

Un horror con una storia che gira tutto su un mix di erotismo una setta tibetana e un club molto privato  ....Affascinante!!

Cast di grandi attori Italiani

Finalmente!! Spaghetti horror uscirà con qualcosa di nuovo ed interessante.

Un Film da 2012 ..direi!!

 

 

13
26 Mar 2012
alle 14:55

Gamal

Scusate, era incompleta una parte del precedente commento:

invece che mostrare questi ricchi nulla facenti, iniziamo a mostrare la gente che soffre, le situazioni particolari.
Acab, Diaz. Questi sono esempi di film italiani. Zampaglione è solo un assemblatore di cliché molto lontano dal popolo e tanto vicino a chi ha i quattrini.

Insegnamo qualcosa alla gente, invece di dargli spunti per sperperare meglio i propri soldi. Ci mancava il club dei ricchi e annoiati che si perdono nelle fantasie sessuali.
Che originlità, mai sentito prima... Vero?
Pietoso. 

12
26 Mar 2012
alle 14:52

Gamal

Zampaglione lancia ulteriori input negativi ad una società che sicuramente non ne ha bisogno.
Né a livello cinematografico, né a livello personale. 

Oggi, cantare fuori dal coro, vuol dire insegnare qualcosa, con un film.
E invece continuiamo a mostrare i soliti ricchi viziati che sanno cosa fare per passare il temo 

 

Correggo anche LIVIA TOGNI, perché le sue affermazioni sono molto ignenue:

"Se un artista gia' decide di mettercela tutta per dare una mano ad un genere altrimenti defunto ed in parte ci riesce, visto che Shadow e' stato venduto pure su Marte"

Intanto se parliamo di vendite, i vari CINEPANETTONI sono stati venduti anche fuori dal SISTEMA SOLARE. Ma parliamo di qualità o di quantità?

Quanti capolavori non hanno nemmeno visto una distribuzione!
E basterebbe vendere per salvare un genere? I cinepanettoni hanno forse salvato la commedia italiana? No, solo il portafogli delle produzioni.
Idem con patate, quello che ha fatto Zampaglione. 


Cara mia, Dario Argento e Lamberto Bava rispetto a Zampaglione sono come una Ferrari ed una Lamborghini, in un autodromo, rispetto ad una minimoto.
La differenza di velocità fra questi tre mezzi, è la stessa che c'è fra i due mostri sacri del cinema horror, e questo cantante, che si è (mezzo)improvvisato regista e produce grazie ai suoi soldi (alla faccia dei mille indipendenti mille volte più bravi che non hanno e non avranno mai i suoi soldi).

11
29 Feb 2012
alle 21:39

Lucio Morelli

Prima di Shadow tutto taceva e l' horror italiano era solo un vago e malinconico ricordo. Poi questo piccolo gioiello ha ridato luce a un panorama popolato solo da commediacce e drammetti familiari. La figura di Mortis, interpretata dal mitico Nuot Arquint restera' nella storia del cinema di genere italiano e non . Sono convinto che Tulpa sara' un film pazzesco, considerando pure che c' e' di mezzo il grande maestro Dardano Sacchetti. Federico Zampaglione e' il nostro Rob Zombie. Scusate se e' poco. Lucio.

10
27 Feb 2012
alle 23:52

Alessio

"Mi sa che mi troverò sempre a mio agio e d'accordo con una minoranza di persone"

http://www.youtube.com/watch?v=cvrRF6un-NU

Credo che tutti noi abbiamo delle aspettative derivanti dalle nostre esperienze precedenti, dai nostri gusti, dal nostro modo di percepire la realtà e da tutta una serie di altre cose che non sto qui a elencare.

Molto probabilmente a Dread Central, Shock Till You Drop , Splattercontainer il film Shadow è piaciuto, per cui sulla scorta di quella positiva esperienza aspettano con ansia e trepidazione anche la nuova pellicola di Zampaglione. A me Shadow non piacque affatto, perciò, logicamente, non attendo Tulpa con particolari fremiti e le notizie lette fino ad ora rafforzano la MIA convinzione (che è MIA e non VOSTRA, per cui mi sembra naturale che possiate non condividerla).

Detto ciò, sarei felicissimo di venire smentito: penso che l'esistenza al mondo di un buon film (horror o no) in più sia cosa buona e giusta.

Infine non credo che l'horror (italico?) faccia fatica ad affermarsi perché io parlo male di un film. Mi conferite un potere che non possiedo. 

9
27 Feb 2012
alle 19:51

Leatherface

Dread Central, Shock Till You Drop , Splattercontainer e molti altri annunciano trepidanti l' arrivo del nuovo film del nostro Zombiglione, non poteva certo mancare il disfattista  di turno che comincia a gettare merda su Tulpa persino prima che le riprese siano iniziate. Questo e' il motivo perche' l' horror fa fatica a risalire, troppi pregiudizi e gente stolta che spara su tutto quello che si muove. Vergogna !!!!! 

8
27 Feb 2012
alle 10:11

Alessio

Goryboy: addirittura! avrei dei gusti e delle opinioni personali! e li rendo persino noti! Quale bestemmia!
In ogni caso ci spiegheresti quale crimine efferato hai compiuto, dato che come pena ti costringono a leggere i miei scritti?!

7
27 Feb 2012
alle 09:18

GORYBOY85

Ed eccoci qui a leggere altre baggianate ad opera di un tizio che ha apertamente confessato di non aver mai apprezzato l' horror italiano dei tempi d' oro , ma vi rendete conto della bestemmia ? chiaramente ora se la prende anche con il nuovo ,  accusando l' unico regista horror che in italia sta smuovendo un po' le cose ( gli altri li conoscono in tre ) nella pozzanghera in cui il nostro cinema si trova ... Ma perche' non ti metti a scrivere di gossip o di calcio ?  un sito di cucina ? ... ma forse gente come alessio cappuccio dovrebbe semplicemente evitare di scrivere , per evitare di abbassare ancor di piu' ,  il livello gia' basso di questo paesello ignorante ma presuntuosissimo e criticone . Goryboy85 

6
26 Feb 2012
alle 23:20

Bruno Martelli

Ragazzi non state sempre a litigare, Shadow a me e' piaciuto ma questo non significa che debba piacere a tutti. Per quanto riguarda il nuovo film TULPA, sono contento che Zampaglione continui a cimentarsi con l' horror, si vede che ha una grande passione per questo genere. Saluti.

5
26 Feb 2012
alle 15:35

Alessio

ok, io scrivo sul bloggetto ma voi rispondete a quello che scrive sul bloggetto! :D

all'argomento "invidia" ho deciso da molto tempo che non rispondo perché è intrinsecamente ridicolo.

infine no, non ho alcuna intenzione di salvare il cinema di genere italian version 

4
26 Feb 2012
alle 13:52

alex mauri

Anche a me l' articolo sembra in malafede. Shadow era un gran film ed e' piaciuto a molti. Poi che significa "salvare il cinema di genere " ? Zampa ha fatto un film di cui ancora si parla e che si e' venduto ovunque. Se lui non ce l' ha fatta , tu che invece scrivi sul bloggetto nella vita  puoi ritenerti soddisfatto ? forza ragazzi, l' invidia e' una brutta bestia. Alex

3
26 Feb 2012
alle 10:55

Alessio

No, l'unica cosa che si evince è che non mi è piaciuto Shadow (nei confronti di Zampaglione non nutro alcun sentimento).

1 - inutile fare della demagogia: posso parlare con raziocinio solo dei miei gusti.

2 -  "Gerini, Placido e Tognazzi; oggettivamente attori di grosso calibro e indiscusse capacità": c'è un oggettivamente di troppo.

3 - non mi sembra che nessuno abbia chiesto a Zampaglione di salvare il cinema horror italiano. E se è partito con quello scopo (cosa che non credo) direi che non ce l'ha fatta.

2
26 Feb 2012
alle 02:58

Livia Togni

TIRATINA D' ORECCHIE AL BLOGGER IN MALAFEDE

Leggendo il seguente articolo si evince chiaramente una cosa : a colui che scrive non e' simpatico Zampaglione .

1) Se un qualsivoglia film e' in grado di dividere il pubblico in tre fazioni e due terzi di esse sono positive , c' e' evidentemente qualcosa di buono in quel film. Piu' che altro si evince pochissimo rispetto verso i gusti del pubblico da parte di chi scrive.

2) Se Gerini, Placido e Tognazzi; oggettivamente attori di grosso calibro e indiscusse capacita' vengono liquidati con "trio micidiale " , c' e' da chiedersi quale dovrebbe essere un buon cast di attori italiani ... forse emeriti sconosciuti ? per poi piangersi addosso puntualmente, dicendo che i nostri film di genere non escono in sala e non li caga nessuno , anche qui' poca lucidita' da parte di chi scrive.

3) Se un artista gia' decide di mettercela tutta per dare una mano ad un genere altrimenti defunto ed in parte ci riesce, visto che Shadow e' stato venduto pure su Marte, cosa si fa ? gli si da addosso ? sosteniamo allora Salemme e Pieraccioni

Complimenti dunque per l' articolo che mette in luce solo la pochezza di chi "scrive ". Livia Togni  

1
24 Feb 2012
alle 23:57

Mario Sinigalli

Nel bene o nel male dopo Shadow e" calato di nuovo il sipario sull horror italiano. Tutta sta diffidenza e" ingiustificata. Shadow e' stato cmq il miglior horror italiano degli ultimi anni e a giudicare dal dream cast anche questo nuovo film puo' essere davvero interessante. Del resto questi sono tra i nomi piu' importanti del panorama italiano, altrimenti negli horror ci sono sempre i soliti 4 sconosciuti e mai riusciranno a dare lustro a questo genere. zampaglione e' il nuovo re del' horror, invidie e gelosie a parte.

Lascia il tuo commento

Accedi con Facebook Esci da Facebook

Attendere la pubblicazione del commento

Seguici

Iscriviti ai nostri feed rss. Leggi in tempo reale tutti i post pubblicati dal blogger!

Post in evidenza su Blogosfere